Vai al contenuto principale

Notizie

La pandemia ha favorito molto lo svolgimento delle udienze in videoconferenza. In Germania si era provveduto a modificare la norma di cui al § 128a ZPO (codice di procedura civile tedesca), per effetto della quale ora il giudice può decidere di adottare la videoconferenza anche in assenza di…

29/07/2021

L'autorità antitrust italiana aveva originariamente comminato a Facebook una multa di 10.000.000 di euro per aver violato le norme sulla protezione dei dati. Per esempio, al gruppo è stato contestato di non aver informato gli utenti che i loro dati venivano sfruttati. È stata anche contestata la…

01/07/2021

Proprio come Google domina i motori di ricerca, Amazon è il re delle vendite online. In tal senso l'azienda ricopre un doppio ruolo: vende i propri prodotti e fornisce una piattaforma per i rivenditori terzi. La Commissione ha ora ragionevoli sospetti che Amazon stia usando i dati commerciali dei…

La decisione emessa il 26.08.2020 dalla Corte d’appello nella causa n. R1840/2019-4 ha rigettato parzialmente la domanda di registrazione del marchio denominativo “OKTOBERFEST” promossa dalla città di Monaco di Baviera a giugno 2016, come marchio dell’Unione europea (MUE).

In particolare, la città…

Il 14.1.2019 è entrata in vigore in Germania la legge sulla modernizzazione del diritto dei marchi (MaMoG), che attua la direttiva europea sul diritto dei marchi. In futuro, ad esempio, sarà possibile registrare marchi sonori senza doverli rappresentare graficamente. I certificati di registrazione…

05/08/2019

Italian Sounding e.V. è un’associazione fondata da associazioni imprenditoriali italiane (tra cui le due Camere di Commercio italiane in Germania, Confagricoltura, Unioncamere, ecc.), che combatte in Germania l’abuso delle denominazioni italianizzanti, per valorizzare i prodotti non italiani del…

Lettere ai clienti attuali

Lettere ai clienti 50

Difficile, sempre più difficile! Quando è uscita la prima Lettera ai clienti, il mondo sembrava più sano e la giustizia più tranquilla. Oggi la terra è surriscaldata e la giustizia scoppia: sia in Germania (corte costituzionale) che nei Paesi Bassi (Corte distrettuale dell’Aia) l’esecutivo è stato condannato ad agire. Non è un buon segno se noi giuristi (!) siamo chiamati a salvare il mondo. Comunque, sia quel che sia, noi siamo pronti …

Download PDF — 479 KB

Lettere ai clienti 49

L’obiettivo ambizioso di questa lettera ai clienti era di riuscire a non nominare neanche una volta il Corona Virus o COVID 19. Non ci siamo riusciti, in quanto attualmente alcuni settori del diritto, come il diritto delle assicurazioni o di famiglia, sono dominati dal C19. La pandemia verrà ben presto superata e ci interroghiamo sulle conseguenze a lungo termine. Temiamo un mondo in cui tutto avverrà sul divano. Il Boom di Amazon comporterà la desertificazione delle città... ma siamo ottimisti, alla fine della pandemia tutte le persone usciranno in strada, ripopoleranno le città e acquisteranno non più online, ma di persona. E così sia!

Download PDF — 1 MB

Lettere ai clienti 48

A Federico il Grande sarebbe piaciuta molto la Legal Tech (si vedano le Informazioni per i colleghi, p.6). Era scettico rispetto a qualsiasi decisione giudiziale discrezionale. Nel suo codice legislativo, con più di 29.000 articoli, tutto doveva essere disciplinato in modo esaustivo e risultare direttamente dalla legge. Con un tale database si dovrebbe poter risolvere ogni caso in modo automatico.

Covid 19 ha dimostrato che può verificarsi sempre qualcosa di assolutamente nuovo che non può essere regolato in precedenza. Non è la pandemia in sé ad essere nuova, ma la reazione positiva dello Stato. In passato, anche negli ultimi anni cinquanta con l’asiatica, la gente semplicemente moriva, la maggior parte di loro in casa. Quindi cerchiamo di essere soddisfatti di vivere nella nostra epoca e di affrontare in modo creativo i problemi legali che sorgono con genuino buon senso (Human Tech)!

Download PDF — 1,012 KB

Lettere ai clienti 47

Quest’anno si festeggiano i settant’anni della Costituzione tedesca. Art 1: „La dignità dell’uomo è intangibile.” Nell’era di internet tale disposizione è più attuale che mai, sia in Italia che in Germania. Il Tribunale di Berlino ha ritenuto giustificato in base alla libertà di pensiero e espressione il fatto che una benemerita rappresentante del mondo politico tedesco sia stata ricoperta dagli insulti più perfidi che si possano immaginare per una donna. Contemporaneamente, l’ex ministro degli interni italiano è tutt’altro che sobrio nella scelta degli aggettivi attribuiti ai membri del nuovo governo. Nei film degli anni 50 si tappavano le orecchie ai bambini durante le raffiche di bestemmie. I membri della redazione della lettera ai clienti, non più giovanissimi, iniziano a soffrire di nostalgia.

Download PDF — 561 KB